Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
162119671-4135f753-7595-4429-b710-8ef99ba1db20

Grandi Stazioni, alle 9 l’apertura delle buste. Quattro offerte, si scommette sui rilanci

Oggi alle 9 verranno aperte le buste per l’asta di vendita della maggioranza di Grandi Stazioni da parte di Fs e degli altri soci privati. Sono 4 le offerte arrivate ieri sera: quella del gruppo francese Altarea (assieme a soci finanziari), quella di Lonestar, quella dei fondi di Deutsche Bank e infine quella della cordata fra la francese Antin e il gruppo Borletti. Nella prima fase, quella delle offerte non vincolanti, l’offerta più alta è stata quella di Deutsche Bank, superiore agli 800 milioni di euro. Oggi, quando saranno aperte le buste con le offerte vincolanti, secondo i rumors in possesso di questa rubrica le offerte potrebbero essere più o meno a livelli simili. In particolare tre sarebbero i gruppi favoriti e con offerte abbastanza vicine sui numeri: Deutsche Bank, Altarea e Lone Star. Da rilevare che i fondi di Deutsche Bank, che hanno perso l’appoggio del fondo pensione danese Atp, potrebbero essere avvantaggiati finanziariamente dall’apporto finanziario, benché indiretto, che gli arriverà da Poste Vita: quest’ultima, che in un primo momento era direttamente in cordata con Deutsche Bank, avrebbe poi deciso di sottoscrivere a monte i fondi del gruppo tedesco che saranno coinvolti nell’investimento in Grandi Stazioni. Decisa a chiudere è poi Altarea, unico gruppo strategico in gara. Lone Star al contrario cerca un investimento importante in Italia. Resta la cordata Antin-Borletti, che vede proprio i francesi come maggior investitori in equity. Da notare che dopo l’apertura delle buste si potrebbe aprire una fase di rilanci: nel caso in cui tra le offerte vincolanti ci fosse una differenza di solo il 3 per cento.