Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sal Galatioto, l’italo-americano che vuole conquistare il Milan con soldi asiatici

Diciannovesimo piano del grattacielo lungo la  43esima strada di New York tra la Quinta e la Madison. Qui si sta ragionando sul futuro del Milan e sull’offerta per rilevare il club rossonero dalla famiglia Berlusconi. In questo  stabile c’è  la Galatioto Sports, che negli Stati Uniti è una vera leggenda sui temi di finanza e sport. La Galatioto Sports Partners starebbe, secondo le indiscrezioni, portando avanti le discussioni con la Fininvest e con Silvio Berlusconi per acquistare il club rossonero: la società americana sarebbe a capo di una cordata asiatica e avrebbe presentato un’offerta che valuta il Milan circa 650 milioni, somma ben inferiore al miliardo che si era ipotizzato con il thailandese Mr Bee. Tutto da vedere cosa succederà: Silvio Berlusconi infatti fino ad oggi non è sembrato intenzionato a cedere la maggioranza del club, tanto meno per una cifra inferiore al miliardo. Ma alla cordata rappresentata dalla Galatioto potrebbe essere concessa la due diligence. A capo della società newyorkese c’è Salvatore Galatioto, italo-americano, ex-banker di Lehman Brothers, diventato un guru dello sport mondiale per essere riuscito a fare alcune delle maggiori operazioni negli Stati Uniti, soprattutto nel basket. Galatioto è stato soprannominato «the king of sports M&A» dopo aver messo a segno, una dopo l’altra, alcune delle maggiori cessioni di club dell’Nba e nel baseball: la vendita dei Chicago Cubs per 845 milioni, quella dei Charlotte Bobcats   a Michael Jordan per 275 milioni e, infine, la cessione dei Golden State Warriors al produttore di Hollywood (famoso per aver prodotto Rainman e Batman) Peter Guber per 450 milioni.L’operazione da maestro è stata proprio quest’ultima, visto che i Warriors, da squadra in crisi, sono diventati i nuovi padroni della Nba. Che sia anche il progetto per il Milan?

  • Diego |

    Boh, direi nettamente meglio del ciarlatano Mr. Bee … Ma la vedo durissima. Berlusconi non molla. Comunque questo almeno è uno che i deal li ha fatti da quanto sembra. Fosse la volta buona

  Post Precedente
Post Successivo