Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Le statistiche della Champions vanno all’asta: le mire cinesi

Si tratta di un piccolo gioiello italiano delle tecnologie per l’intrattenimento. E dall’estero stanno facendo di tutto pur di conquistarlo. Deltatre, società torinese specializzata nelle statistiche e nella grafica per lo sport, sta per essere ceduta dalla controllante, la quotata Mediacontech, società nata dalle ceneri di Euphon e oggi controllata dal fondo Synergo. L’incasso (si parla di una valutazione di circa 150 milioni di euro) servirà in parte a ridurre l’esposizione verso il mondo bancario: La cessione di Deltatre è prevista dall’accordo di ristrutturazione del debito con le banche, circa 30 milioni verso un pool di 8 istituti. Con l’incasso della vendita ci sarà l’integrale rimborso del debito, mentre valuteremo al momento opportuno cosa fare con la somma che resterà». In effetti, Deltatre viene valutata circa 150 milioni di euro rispetto a una indicazione di 46 milioni (sul 51% detenuto) nel bilancio di Mediacontech. Ma perché l’attività di Deltatre fa così gola all’estero? La società è focalizzata nell’erogazione di servizi digitali e statistiche per grandi clienti come l’Uefa, la Fifa, il Comitato Olimpico, le Federazioni Internazionali di atletica e di sci, l’European Tour di golf e altri. In più ha come clienti importanti braodcaster come Bt, il colosso britannico delle Tlc che ha comprato i diritti della Champions League, e la Nbc. Per fare un esempio nella partita Roma-Real Madrid di ieri le statistiche sul possesso palla e tutta la grafica digitale sono state fatte da Deltatre per conto dell’Uefa. Proprio in questi giorni è in corso la due diligence dei potenziali compratori gestita da Hsbc. In gara ci sarebbero, secondo i rumors, sette gruppi: il colosso Usa Wme Img e l’altra americana Bruin Sports, le europee European Broadcasting Union e Sportradar, le cinesi Oceans Marketing e Lander Sports e l’alleanza tra Chime Communications del gruppo inglese Wpp e il fondo Providence. Ma, secondo i rumors, i più agguerriti sul dossier sarebbero proprio i gruppi asiatici.