Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Polynt, tutte americane le offerte dei fondi

Si restringe la schiera di possibili compratori del gruppo Polynt, uno dei principali operatori europei nella produzione di polimeri, il cui azionista è la Investindustrial di Andrea Bonomi, che controlla dal 2008 l’azienda. Proprio nel giorno in cui Investindustrial ha incontrato a Londra i sottoscrittori del suo fondo, sono infatti emerse indiscrezioni sulla due diligence attualmente in corso su Polynt dopo che il gruppo finanziario guidato da Bonomi ha avviato un’asta conferendo un incarico agli advisor Jp Morgan e Morgan Stanley. Tra i favoriti ci sarebbero due fondi d’investimento statunitensi, che attualmente sarebbero in fase di analisi dei numeri prospettici di Polynt: secondo quanto indicato da Mergermarket i due gruppi in questione sarebbero i private equity  Usa Sk Capital e Kps Capital. Nei mesi scorsi era emerso però anche di un possibile interesse di Blackstone. Ora le offerte vincolanti sarebbero attese a fine novembre. Oggi Polynt è un gruppo molto diversificato. Dopo l’acquisizione dell’americana Ccp Composited in dicembre, il fatturato è lievitato a 1,7 miliardi di euro.