Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Finito il tempo delle chiacchere sul Milan. Mr Bee e Mr Lee incontrano Galliani e Barbara Berlusconi

Ora e’ finito il tempo delle chiacchere e arriva il momento della verita’. Per la cessione dell’Ac Milan questa sara’ una settimana decisiva. Ci saranno infatti le managementi presentation con i due potenziali acquirenti, cioe’ i due amministratori delegati Adriano Galliani e Barbara Berlusconi si incontreranno con i due possibili acquirenti e i loro consulenti, da una parte il tailandese Bee Taechaubol e dall’all’altra il cinese Richard Lee. Entrambi sono attesi a meta’ settimana. Dopo di che dovranno essere presentate le offerte e i due dovranno dimostrare di avere, in parole povere, i soldi per comprare il Milan. Finora infatti ci sono state tante parole ma pochi fatti. Il tailandese Mr Bee e’ quello che ha parlato di piu’, da Bangkok ha continuato a mandare messaggi sul suo futuro arrivo alla proprieta’ del Milan. Ma per arrivarci ci vogliono tanti soldi. Se non il miliardo tanto decantato, almeno 500 o 600 milioni per iniziare. E, malgrado i tanti proclami, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore finora Mr Bee non ha dato alcuna prova concreta di avere una cifra simile in tasca, ne’ sua ne’ di possibili finanziatori. Almeno fino al momento. Inoltre, e’ l’impressione di molti addetti ai lavori, a troppi proclami, spesso non fanno seguito i fatti. Se poi si guarda il cinese Richard Lee ha avuto un atteggiamento piu’ riservato. Si e’ mosso con piu’ attenzione. Ma anche su di lui i dubbi sono legittimi. Per il momento avrebbe solo detto di avere alle spalle grossi finanziatori di Pechino. Ma anche queste sono solo parole. Dunque che succedera’? Siamo arrivati alla stretta finale e ora i due imprenditori asiatici dovranno dimostrare di avere i capitali che hanno asserito di possedere per comprare il Milan.

  • Carlo Festa |

    La due diligence non è terminata visto che questa settimana ci sono le management presentation. Mr Bee viene a Milano per le management presentation e non per chiudere l’operazione. Se ci fosse già un accordo con il tailandese, Lee non continuerebbe a trattare e a fare una due diligence. Le aggiungo che Berlusconi non può firmare un accordo con Mr Bee: non avrebbe validità. E’ Fininvest la proprietaria del Milan e Fininvest non ha firmato nulla. Non esiste nessuna penale al momento, tutte bufale. grazie a lei

  • Raffaele |

    Completo, sig. Festa, il mio racconto perché forse è stato lacunoso. Sempre le due suddette fonti sostengono che l’accordo con Mr Bee è a tempo e che la due diligence sarebbe terminata. Se fosse vero Silvio Berlusconi potrebbe tranquillamente trattare con altri ma sarebbe tenuto a rispettare il termine dell’accordo con annessa penale e da qui la visita di Mr Bee giorno 26 per chiudere entro il 30 del mese. Grazie ancora per la sua cortesia.

  • Carlo Festa |

    Gentile sig. Greco, è impossibile che ci sia un pre-accordo con penale. E’ ancora in orso la due diligence con due soggetti: Bee e Lee. Perché lee starebbe in corsa se ci fosse già un accordo con il tailandese? Inoltre Bee non ha ancora dato spiegazioni su come riuscirà a raccogliere i soldi e quali sono i membri della cordata. Berlusconi dovrebbe essere un folle a firmare un contratto con una penale senza nemmeno sapere se Bee ha i soldi o meno. Inoltre è sbagliato anche di Banca Rothschild. Banca Rothschild non ha alcun ruolo. In realtà Bee si è presentato con una fideiussione di Edmond de Rothschild, che per gli addetti ai lavori della finanza non ci azzecca proprio nulla con Banca Rothschild. Insomma si è presentato con un foglio scritto che garantirebbe che ha soldi da parte. Ma quanti? Boh. Troppo generico. Insomma, meglio aspettare prima che dire che ha comprato il Milan.

  • Raffaele |

    Buonasera sig. Festa, SKY e Repubblica sostengono che tra Fininvest e Mr Bee sia stato firmato un pre-accordo nel quale è prevista una penale. Questa scatterebbe nel caso in cui l’attuale proprietario del Milan, qualora il finanziere thailandese fosse in grado di produrre le idonee fideiussioni, cambiasse idea. Sempre altre fonti sostengono che Mr Bee nei primi incontri avuti con Silvio Berlusconi abbia prodotto adeguata copertura finanziaria con il patrocinio della Banca Rotschild. Lei che ne pensa ? Un saluto e grazie anticipatamente per la sua cortese risposta

  • Carlo Festa |

    Infatti gentile Alessandro, il problema è che sia Bee sia Lee al momento hanno parlato molto ma non hanno mostrato alcuna evidenza concreta di avere grandi finanziatori alle spalle. Solo parole. Poi magari usciranno tirando fuori dal cilindro con il Paperon del Paperoni asiatico, ma fino a quel momento qualche dubbio è lecito averlo. Carlo Festa

  Post Precedente
Post Successivo