Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Telecom affila le armi in Brasile e Tim Brasil contatta Bradesco per Oi

Qualche ora fa l’agenzia internazionale Bloomberg ha riportato che Tim Participacoes, controllata brasiliana di Telecom Italia, avrebbe affidato un incarico alla banca carioca Bradesco per assisterla nell’acquisizione del competitor Oi. Quindi, come ormai si specula da diverso tempo, Tim Brasil potrebbe diventare predatore e non preda. In realta’ la notizia, al di la’ dell’aggiunta del nome di Bradesco, non e’ nuova. Tre giorni fa era stato il quotidiano brasiliano Veja ad indicare i rumors relativi all’assegnazione di un incarico a una banca d’affari da parte di Tim Participacoes. E’ da ricordare che 3 settimane fa proprio quest’ultima aveva smentito qualsiasi colloquio in corso con Oi. Dove sta dunque la verita’? Come da tempo viene indicato in questa rubrica, la verita’ potrebbe stare nel mezzo. Oi, che ha incaricato Btg Pactual di organizzare un’offerta per Tim Brasil, non ha abbastanza soldi per comprarsi da sola la controllata di Telecom Italia. Lo potrebbe fare assieme al messicano Carlos Slim, ma questa ipotesi e’ osteggiata dalle Authority brasiliane perche’ implicherebbe uno spezzatino di Tim Brasil. Quindi che succedera’? Facile prevedere che, dopo le elezioni che si terranno in Brasile, venga scelta la strada della fusione amichevole tra Tim Brasil e Oi, due aziende complementari. Questa strada e’ inoltre favorita da alcuni soci di minoranza di Telecom Italia come Marco Fossati.