Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Qatar smentisce qualsiasi interesse per il Cagliari Calcio e per il campionato italiano

La calunnia e' un venticello scriveva Gioacchino Rossini nel Barbiere di Siviglia. Be' la vicenda del Qatar interessato al Cagliari si puo' definitivamente archiviare tra le "bufale" fatte girare ad arte per altri motivi. Almeno cosi' mi sembrerebbe di poter dire dopo che, sollecitato da tanti tifosi del Cagliari, ho cercato per oltre 10 giorni di contattare un esponente della Qatar Sport Investments, il braccio finanziario dell'emiro Al Thani che possiede il Paris Saint Germain. A parlare alla fine e' stato l'avvocato Sophie Jordan, cioe' il legale d'affari di fiducia in Europa del Qatar: cioe' la persona, per intenderci, depositaria delle strategie del Qatar in Europa.

Non solo nel calcio, ma anche per Al Jazeera, la televisione di Doha. Come vedete dalla mail che trascrivo sotto con la sua risposta in inglese, non ci sono fraintendimenti. "Il Qatar non e' interessato al Cagliari e al calcio italiano". Inoltre l'avvocato Jordan dubita che sia interessata la Qatar Foundation stessa. Infine l'avvocato Jordan non ha idea di chi sia la World Sport Company Qatar che dieci giorni fa aveva confermato su alcuni giornali l'interesse per il Cagliari. Insomma, il mistero si infittisce. Di sicuro, i rumors sul Qatar sembrano essere stati creati ad arte: forse per creare attese sull'incasso di liquidita' in vista dell'acquisto dell'inglese Leeds da parte di Massimo Cellino, ancora bloccato dalle verifiche delle autorita' calcistiche locali. Ma forse anche per creare false attese nella tifoseria. Un punto mi preme sottolineare: questo blog, all'interno del Sole 24 Ore, non e' di carattere sportivo, ma si occupa di vicende finanziarie ed economiche cercando di scovarne gli aspetti nascosti e tenuti segreti al grande pubblico. E proprio il risvolto sulla presenza o meno del Qatar nell'operazione ha catturato la mia attenzione: troppe volte in Italia nell'ultimo anno e' stato tirato in campo per la giacchetta il Qatar su operazioni, di cui il fondo sovrano non sapeva nemmeno l'esistenza. E' vero che il piccolo emirato investe sul nostro Paese (Valentino, Pal Zileri, alberghi, la stessa Costa Smeralda in Sardegna e forse altro ancora in futuro) ma coinvolgere il ricco fondo sovrano del Golfo Persico su tutto cio' che in Italia ha bisogno di soldi (vedi anche il caso Montepaschi) sa molto di speculazioni strumentali per coprire altri temi critici. Comunque ecco di seguito le risposte dell'avvocato Sophie Jordan, della Qatar Sport Investments.

Domanda; La Qatar Sport Investments, proprietaria del Psg, e' interessata al Cagliari Calcio? E la Qatar Foundation?

Risposta: QSi is not planning the aquisition of the Cagliari football club in Sardinia or any other clubs in Italy (as far as the Qatar foundation is concerned you should get in touch with their headquarters in Doha Qatar. However, to my knowledge the Qatar Foundation doesnt aquire football clubs.)
 
Domanda: In Italia sono uscite indiscrezioni in cui una societa' del Qatar (World Sport Company Qatar) conferma l'interesse di Al Thani per il Cagliari Calcio. Conosce questa societa'?

Risposta: I am not familiar with a company called World Sport Company Qatar.

  • bodotinto |

    Di certo non si è trattato di “bufala” come asserisce l’autore dell’articolo visto che lo stesso Cellino ha ammesso la trattativa. Inviterei quindi ad approfondire con un nuovo articolo e magari scusandosi del contenuto vagamente ironico.

  • sterosso |

    cellino :“Ero pronto a farmi da parte per il bene del Cagliari, l’avevo quasi venduto agli arabi. Nel frattempo mi è stata prospettata l’occasione di acquistare il Leeds.”
    silvestrone:“L’operazione è congiunta a quella dello stadio. Abbiamo già incontrato il presidente Cellino nel periodo in cui stava trattando con gli arabi.”
    Credo che la trattativa degli arabi sia saltata nel momento che le elezioni regionali sono state perse da Capellacci.
    Al giornalista vorrei ricordare che i signori del qatar sono di casa nel palazzo regionale di Cagliari per varie questioni.
    Forse era stata promessa una variazione al PPR.
    L’attuale gruppo americano interessato al Cagliari potrebbe essere il gruppo Rossetti di Detroit. Facile arrivare al loro link

  • Guriko |

    Sono convinto anche io che il negare tutto dell’avvocato, possa dire tutto e niente allo stesso tempo. Se c’e una trattativa in corso, non lo viene a confermare a lei via mail. Inoltre trovo strana la traduzione d ella risposta finale sulla società che non esisterebbe. In tutta questa vicenda c’e comunque una contraddizione importante…perché l’avvocato nega, e qualche settimana fa invece un emissario vicino all’emiro diceva che loro erano in attesa delle decisioni di cellino per concludere?

  • Gian Luca Musu |

    E ora, per par condicio, proverei a contattare Cellino…magari conferma il suo sms di qualche settimana fa aggiungendo qualche dettaglio in più…comunque, non penso che con la dichiarazione dell’avvocato dell’Emiro la vicenda si possa considerare chiusa..comprare il Cagliari, in un momento ancora delicato per l’acquisto del Leeds da parte di Cellino, non è come andare a mangiare un panino il giorno della partita al camion bar del piazzale dello Stadio S.Elia…e anche le incognite sullo stadio non si conciliano con un annuncio ufficiale…che comunque via mail non si è mai visto!!!Così come non si è visto neppure via sms, ad onor del vero…quindi palla al centro e si ricomincia, aspettiamo fiduciosi!

  • azz |

    E’ tutta una messa in scena! scommetto che ad un certo punto questi fantomatici investitori si tireranno indietro per impossibilità di comunicare con le istituzioni locali (fango sul comune e sulla questione stadio), ci sarà quindi il ritorno di cellino che dovrà “riprendersi” il cagliari perchè l’unico in grado di portarlo avanti (eroe). non per niente tutto è stato fatto partire dall’unione sarda giornale dove lavorano i collaboratori di cellino. Complimenti all’autore dell’articolo, finalmente una fonte attendibile. Inviterei l’autore a scavare a fondo nella cronologia delle notizie sulla cessione del Cagliari e notare come siano partite da un’unica testata giornalistica, seppur poi riprese dalle altre.

  Post Precedente
Post Successivo