Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
2006-image0003

La famiglia Moratti lancia fondo da 100 milioni sul Made in Italy

La famiglia Moratti lancia un fondo da 100 milioni nel made in Italy. Come anticipato oggi dal Sole 24 Ore, sarebbe pronto a partire il veicolo Milano Investment Partners Sgr, che in dicembre ha avuto il via libera di Banca d’Italia.
La Sgr gestirà un fondo da 100 milioni, in via di costituzione, dove circa il 10% delle quote potrebbe essere sottoscritto dalla famiglia Moratti: quindi con un impegno finanziario di circa 10 milioni di euro.
A lanciare l’iniziativa, assieme al management della Sgr, sarà Angelo Moratti, erede della famiglia di petrolieri della Saras, e figlio di Gian Marco Moratti e della giornalista e scrittrice Lina Sotis.
La nuova Sgr è partecipata da Angel Capital Management, una delle cassaforti della famiglia Moratti, già agli onori delle cronache per il recente investimento, assieme a Starbucks, nella panetteria Princi.
Le esperienze passate di Angel Capital Management e il coinvolgimento come amministratori di Stefano Guidotti (già Ad di U-Start) e Igor Pezzilli (ex Lazada, azienda asiatica acquisita dal gruppo Alibaba) fanno pensare anche a un forte focus su innovazione e digitale.
La nuova Sgr dei Moratti investirà in start-up attive nei settori del made in Italy, supportandole nella crescita internazionale e replicando quanto fatto recentemente con Princi che si è estesa negli Usa e ha aperto sue filiali a Seattle e Shanghai .
Ma si tratterà, nelle intenzioni degli ideatori dell’iniziativa, di un tipo di venture capital differente rispetto ad altri modelli di Sgr: saranno infatti investimenti di venture capital di tipo più maturo, quindi su aziende con una storia di crescita (anche se recente) alle spalle basata sull’innovazione, una fascia di mercato ancora abbastanza scoperta.
In Italia sarebbero un migliaio le aziende con caratteristiche di questo tipo e Milano Investment Partners Sgr avrebbe già una ventina di realtà in fase di osservazione. Il fondo punterà a gruppi con fatturati tra 3 e 15 milioni con l’obiettivo di acquistare minoranze qualificate.
Il fondo, che si prefigge quota 100 milioni di euro, è ora in fase di raccolta presso investitori privati e istituzionali. Proprio la famiglia Moratti sarà anchor investor con un impegno del 10% della raccolta.

  • Giovanni Borsa |

    Vorrei sapere come è possibile acquistare parte del vostro fondo in costituzione?

  Post Precedente
Post Successivo