Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il fondo Usa Cerberus compra gli Npl di Banca Marche ma si trova lo scoglio delle Costruzioni Santarelli

Dopo aver acquisito il portafoglio di crediti incagliati del dossier Rossini, eredità di Banca Marche, il fondo americano Cerberus deve ora risolvere un problema: tra i creditori della ex-Banca Marche, confluiti nel portafoglio in Rossini, c’è infatti il gruppo delle costruzioni marchigiano Santarelli. Per dare un’idea dell’entità della problematica, Santarelli Costruzioni su debiti complessivi per 160 milioni, doveva alla ex-Banca Marche ben 120 milioni. Questi debiti, dopo il crac dell’istituto, erano finiti nel veicolo Rev Società Gestione Crediti, costituito nel 2015 per ricevere in carico e valorizzare i crediti deteriorati delle quattro banche salvate (Etruria, Carichieti, Cariferrara e Banca Marche).
Poi erano stati ceduti con il portafoglio Rossini (con oltre 700 milioni di Npl) a Cerberus. Ora, secondo i rumors, sarebbero in corso trattative complesse tra il fondo Usa e il gruppo Santarelli: i colloqui sarebbero al momento in stand-by. Il fondo americano vorrebbe far valere le sue ragioni e chiede dunque un piano di rientro dell’esposizione. Ma un esito positivo della vicenda sembra lontano. Il gruppo Santarelli ha al momento asset e iniziative di sviluppo nel centro Italia e a Roma: tra cui uno sviluppo nel centro di Ancona.