Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
9377946-k1bi-u43400376275430oag-1224x916corriere-web-bergamo-593x443

Arrivano le offerte per Facile.it. In campo Eqt, Hg Capital e Francisco Partners

Arrivano le offerte per Facile.it, numero uno in Italia per il confronto online dei prezzi di polizze assicurative, mutui casa, conti correnti bancari, abbonamenti tv, tariffe telefoniche e bollette di luce e gas. A cedere l’azienda è il private equity Oakley Capital, che lo ha acquisito nel 2014 con un investimento di 27 milioni. Il portale in questi anni è cresciuto in maniera esponenziale: nel giro di tre anni l’Ebitda è salito da 11 milioni a oltre 13 milioni fino ad arrivare ai 20 milioni previsti nel 2018. La storia di Facile.it è interessante: nel capitale, prima dell’ingresso di Oakley Capital, erano presenti i fratelli Barbara, Eleonora e Luigi Berlusconi con la Holding Italiana Quattordicesima. Fondato nel 2008, Facile ha acquisito una posizione di primo piano nel mercato delle comparazioni dei prezzi sul web. Il gruppo ha ampliato l’attività dalle assicurazioni auto a un’ampia gamma di servizi: tariffe elettriche, gas e telefonia. Oggi è composto da una holding, la Facile.it Broker di assicurazioni e da un gruppo di società operative: Facile.it, Mutui.it, Mediazione Creditizia spa.

Entro venerdì sono attese dunque le offerte per il gruppo all’advisor, Bofa Merrill Lynch: il dossier piace soprattutto a private equity. Secondo Mergermarket in corsa ci sarebbero Eqt e Hg Capital, ma anche Francisco Partners. Tra i soggetti interessati ci potrebbero essere anche Apax, Kkr, Ta Associate e Tcv. Non sono da escludere proposte da parte da parte di gruppi più strategici. La valutazione potrebbe essere elevata: si parla di 15 volte il margine operativo lordo. Il settore si adatta ai fondi. Lo stesso attuale azionista Oakley ha già investito nel settore e in Germania ha acquisto Verivox, sito di raffronto di prezzi di energia e telefonia in Germania.