Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Intesa-Sanpaolo

Intrum (con CarVal) presenta offerta vincolante per la piattaforma e gli Npl di Intesa Sanpaolo

Intrum presenta un’offerta vincolante per una partnership strategica sui crediti deteriorati con Intesa Sanpaolo. La conferma arriva da entrambe le parti in due distinte note. L’offerta prevede una valutazione della piattaforma di servicing di Intesa pari a circa 500 milioni di euro e dei crediti in sofferenza, oggetto di cartolarizzazione, pari a circa 3,1 miliardi di euro. Intrum punta al 51% della piattaforma Npl e, assieme a un convertitore che sarà il gruppo internazionale CarVal Investors, al 51% di un portafoglio Npl da 10,8 miliardi: il che si tradurrebbe in una plusvalenza di circa 400 milioni di euro dopo le imposte nel conto economico consolidato di Intesa Sanpaolo. Prevista la stipula di un contratto di durata decennale per il ‘servicing’ dei crediti in sofferenza di Intesa Sanpaolo a condizioni di mercato. In caso di accordo verrebbero interessati circa 1.000 dipendenti, di cui 600 provenienti da Intesa, per i quali si aprirà un confronto con le organizzazioni sindacali affinché la partnership valorizzi ulteriormente le risorse umane coinvolte. Advisor dell’operazione sono Mediobanca e Goldman Sachs.