Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
polizia-stato

Chi è Di Murro, l’imprenditore di Tecnopolo, che ha rilevato la Vitrociset (e i contratti con la Polizia di Stato)

Chi è Antonio Di Murro, nuovo proprietario del gruppo Vitrociset? Proprio questa rubrica, lo scorso 14 settembre, ha messo per prima i riflettori su Tonino Di Murro. L’imprenditore ha definito, dopo mesi di trattative, l’accordo con la società di diritto olandese Croce International della famiglia Crociani per l’acquisto della totalità della Ciset Srl, che a sua volta controlla il 98,5% (il restante 1,5% è di proprietà di Leonardo Spa) di Vitrociset Spa – società di altissimo profilo tecnologico leader nei settori difesa, sicurezza, logistica, trasporti, spazio e smart cities – e una serie di immobili funzionali all’attività della stessa Vitrociset. A rilevare il Gruppo, portandone il controllo in Italia, è stato appunto l’imprenditore Tonino Di Murro, da sempre attivo nella logistica e titolare del 51% della FG Tecnopolo Holding di Roma.
Ma, come appunto indicato da questa rubrica in settembre, è poco chiaro quale sia il patrimonio di Di Murro e le sue disponibilità finanziarie. Insomma, un imprenditore poco conosciuto nella capitale che ha acquistato un’azienda strategica per lo Stato, visto che gestisce la rete della polizia di Stato. Ovvio che il governo farà le opportune verifiche. Di Murro stesso intanto ha avviato la procedura per la golden power: una volta ottenuto il via libera del Governo, il contratto di acquisto potrà essere definitivamente perfezionato. L’imprenditore abruzzese ha chiesto al manager di Leonardo, Luca D’Amato, che vanta una consolidata esperienza nei settori di attività della società acquisita, di guidare Vitrociset con la qualifica di Amministratore Delegato. Nel frattempo però, per voce del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, è stato sottolineato che “il governo può utilizzare il ‘golden power’ sulla Vitrociset, l’azienda informatica che ha contratti di importanza strategica per il paese”, emersa nei Paradise Paper.