Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
BANCA CARIGE

Carige, la conversione quasi in porto: Tier 1 chiuso e Tier 2 all’orizzonte

Carige marcia verso la positiva conclusione dell’operazione di Lme. La banca va verso la conversione completa del bond Tier 1 da 160 milioni: oltre a Generali, avrebbero aderito all’offerta anche altri bondholders. Un passaggio importante, questo, contando che il solo sì di Generali aveva consentito di avere una percentuale del 60% di adesione a un prezzo di 30 cent. E l’obiettivo da raggiungere per le assemblee degli obbligazionisti è del 75% in prima convocazione (21 ottobre).
Anche sul fronte dei bond Tier2, giungono feedback positivi per la banca guidata da Paolo Fiorentino. Il bond da 50 milioni, che fa capo a Intesa Vita, infatti, ha ottenuto l’ok alla conversione dalla compagnia e quindi l’operazione può dirsi conclusa. Per quanto riguarda il Tier2 da 100 milioni, l’adesione di Unipol, che ne deteneva la maggior parte, nonché di altri obbligazionisti avrebbe portato, anche in questo caso, la percentuale oltre il 75%. Resta il Tier2 da 200 milioni; ma anche questo, secondo fonti finanziarie, sta riscuotendo un buon successo di adesione. Tanto che l’operazione di Lme, a quanto risulta, potrebbe dirsi portata a termine positivamente già nella prima fase, che si è conclusa ieri. Anche se il termine per l’adesione volontaria alla conversione delle quattro tranche di obbligazioni subordinate è il 18 ottobre. Chi ha aderito entro ieri, comunque, ha potuto ottenere il prezzo di scambio pieno.