Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
telecom-rete

Quelle nuove voci sullo spin-off della rete e il ruolo di Open Fiber

Cosa sarà della rete di Tim-Telecom Italia? Un articolo di Repubblica evidenzia che il parlamento europeo sta discutendo in questi giorni il codice europeo delle comunicazioni elettroniche. La discussione prevede anche l`analisi di oltre 1000 emendamenti. Fra questi ci sarebbe la proposta della rappresentante italiana PD Patrizia Toia che avrebbe proposto l`imposizione della separazione della rete agli incumbent da parte dei regolatori nel caso in cui non si sia creata una effettiva concorrenza. Nei giorni scorsi era stato Bassanini, presidente di Open Fiber, a invocare la separazione della rete Tim-Telecom per fonderla proprio con Open Fiber.
Si riaffaccia quindi un movimento politico pro-spin off della rete che diversi addetti ai lavori ritengono di difficile imposizione. Tim-Telecom ha fortemente accelerato gli investimenti promettendo una rete Ultra Broad Band che copra il 99% del paese entro il 2019. Quanto alla concorrenza è lo stesso governo che attraverso Open Fiber ha aperto ulteriormente la concorrenza infrastrutturale anche con incentivi economici. Sarà questa la strada scelta? In realtà alcuni esperti, tra i quali gli analisti di Equita, ritengono che piuttosto dello spin-off della rete sarebbe più razionale, e quindi probabile nel medio periodo, l`assorbimento di Open Fiber in TIM-Telecom.