Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La veneta Fiamm nel mirino di fondi tedeschi e di Hitachi

Riassetto in vista per Fiamm, azienda di Vicenza posseduta dalla famiglia Dolcetta. Secondo indiscrezioni diversi gruppi strenieri si sarebbero fatti avanti come compratori e partner per le attività dell’azienda. In particolare, secondo quanto indicato da Debtwire, sarebbero alla fase finale le discussioni per cedere la divisione Fiam Componenti e Accessori (Fca) al private equity tedesco Dbag. Ma quest’ultimo non sarebbe l’unico dossier sul tavolo della famiglia Dolcetta: sempre secondo i rumors sarebbero infatti in corso trattative per individuare un partner anche per l’unità delle batterie industriali. In questo caso l’interesse arriverebbe dalla conglomerata giapponese Hitachi, uno dei tre maggiori produttori di batterie industriali al mondo, interessato ora ad entrare nel mercato del Mediterraneo. Resta ora da capire se le discussioni arriveranno davvero fino in fondo. La famiglia Dolcetta ha dato mandato ormai da alcuni mesi alla banca d’affari Goldman Sachs per individuare dei partner per il gruppo veneto, che vanta un fatturato superiore ai 400 milioni di euro.