Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’olandese Heineken favorita per l’acquisto della birra Peroni: ma occhio ai private equity

birra_peroni_collo_corto
La bionda Peroni pronta a passare agli olandesi di Heineken? Tra gli addetti ai lavori non ci sono dubbi. Dopo il via libera alla dismissione di Peroni, nell’ambito della fusione Anheuser-Busch Inbev per evitare gli ostacoli che le autorità antitrust europee potrebbero porre al nuovo colosso, sembra in pole position Heineken per comprarsi il marchio italiano nato nel lontano 1846. Per ora comunque non sarebbe stato affidato dagli azionisti alcun incarico di advisory. Tra i soggetti in corsa, sempre secondo gli addetti ai lavori, ci potrebbero essere anche alcuni grossi private equity. A novembre la belga Ab Inbev, con quartier generale a Bruxelles, ha lanciato un’offerta d’acquisto da 71 miliardi di sterline (oltre 100 miliardi di euro) sulla sudafricana Sabmiller, quotata alla borsa di Londra, per creare un’azienda unica che avrebbe la metà degli utili mondiali legati al settore.

  • Maurizio |

    Leggendo il suo articolo sul possibile interesse di Heinenken nell’acquisire Peroni, mi è sorto un commento sul quale gradirei il suo parere.
    Non crede che anche Heinenken possa incorrere nel veto dell’antitrust, dal momento che ad oggi il sommarsi delle quote di mercato dei due player arriverebbe ad oltre il 50% ?

  • Manuele |

    In Italia sono le aziende con la più alta quota di mercato che messe assieme sfiorerebbe il 60% .
    L antitrust pensate che non avrebbe nulla da dire a tal proposito?

  Post Precedente
Post Successivo