Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
piazzaffari001

Ipo, anno flop con una sola quotazione. Attesi tre sbarchi entro fine anno (politica permettendo)

Il 2018 è per ora un anno molto avaro sul fronte delle quotazioni sul Mta, il listino principale: solo quella di Carel, quindi una sola Ipo come non si vedeva dal 2009 quando si era quotata la sola Yoox. A incidere è stato soprattutto l’incertezza politica post-elezioni, dopo la vittoria Lega-5Stelle, come pure un minore interesse degli investitori americani per gli investimenti in Italia ma anche nell’intera Europa. Ora si attende la legge di bilancio, con le rassicurazioni del ministro dell’Economia Tria, per capire se sarà possibile (o meno) vedere altre Ipo prima della fine dell’anno. Se la legge di bilancio dovesse essere accolta in modo favorevole, si potrebbe aprire una finestra positiva di circa un mese e mezzo per le Ipo: proprio in questa ottica stanno scaldando i motori tre aziende, cioè la veneta Piovan, Manifatture Sigaro Toscano e le cliniche Garofalo. Ma tutto dipenderà dall’incertezza politica italiana: se ci sarà una schiarita arriveranno a investire i fondi istituzionali esteri, in caso negativo si prevedono ancora vacche magre per le Ipo.