Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

E ora Elliott punta sul vetro: offerta per strappare stabilimento in Puglia ai turchi

Non solo calcio, con il Milan, Telecom e Ansaldo Sts, oltre al grand hotel Bauer. Elliott punta con decisione sull’Italia anche a livello di investimenti su stabilimenti industriali. La nuova partita che sta giocando il fondo Usa, con l’assistenza di Chiomenti, è quella per acquisire uno stabilimento vetrario a Manfredonia appartenente all’ex gruppo Sangalli, azienda veneta finita in fallimento. Il fondo Usa ha presentato al Tribunale di Treviso e al curatore fallimentare una proposta per acquisire l’asset in Puglia: proposta in competizione con quella di un gruppo turco, Sisecam, che già ha rilevato nel 2016 un altro degli asset della stessa procedura concorsuale, cioè lo stabilimento di Porto Nogaro per 90 milioni. In prima battuta proprio Sisecam era stata scelta dal curatore in base a un’offerta di 15,7 milioni che prevedeva il reimpiego di 60 dipendenti: la proposta è stata tuttavia bocciata dai sindacati e proprio nei giorni scorsi Elliott ha fatto un’offerta migliorativa di 17,5 milioni, sulla base della piena occupazione, visto che i restanti 110 dipendenti saranno assunti da gennaio 2019. Ora la palla passa al curatore: l’esclusiva a Sisecam scade fra 8 giorni e il curatore potrebbe a questo punto ritenere migliore l’offerta di Elliott oppure indire una nuova asta.