Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I crediti immobiliari italiani di Commerzbank conquistati da Davidson Kempner e Db

L’alleanza tra il gruppo americano Davidson Kempner, azionista dell’asset manager quotato Prelios, e Deutsche Bank conquista il portafoglio cospicuo di crediti (in gran parte performanti e garantiti da immobili) relativi a clientela italiana di Commerzbank.
È arrivato a conclusione il dossier, iniziato nei mesi scorsi con il nome di progetto Borromini: un pacchetto di crediti secured con un valore di circa 250 milioni di euro. In corsa per il pacchetto ci sarebbero stati sia fondi di investimento sia divisioni di banche specializzate nell’acquisto di portafogli di crediti.
In particolare, secondo i rumors, tra i soggetti in campo per il portafoglio di crediti di Commerzbank, oltre a Deutsche Bank, ci sarebbero stati Jp Morgan e Bank of America-Merrill Lynch.
Alla fine ha prevalso l’alleanza tra tedeschi e americani. Il progetto Borromini non è il primo portato a compimento da Commerzbank in Italia. Nei mesi scorsi la banca tedesca, alle prese con la ristrutturazione dei propri portafogli di crediti in Europa, ha già ceduto un pacchetto misto di 400 milioni di crediti con il « project Arona».
Del resto, si tratta di una tendenza che ha convolti nei mesi passati diverse banche estere presenti sul suolo italiano, che hanno avviato un processo di razionalizzazione.
Anche l’austriaca Hypo Group Alpe Adria (con il «progetto Terzo») si è focalizzata sulla vendita un portafoglio da 900 milioni di crediti misti. E prima ancora era stata la britannica Barclays a rivedere la struttura dei propri portafogli di crediti.
Secondo le indiscrezioni il portafoglio di crediti, di tipo immobiliare, dovrebbero essere gestiti proprio dalla piattaforma di Prelios.